Questo sito web utilizza cookie tecnici per assicurare una migliore esperienza di navigazione; oltre ai cookie di natura tecnica sono utilizzati anche cookie di terze parti.

Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie.

Come aprire un'attività in proprio

(fonte INFORMAGIOVANI)

Le pratiche necessarie per mettersi in proprio e avviare un'attività sono piuttosto semplici e veloci. Per aprire una partita IVA in Polonia potrebbero essere sufficienti circa 3/4 giorni e occorre:

  • presentare domanda di iscrizione al Registro Centrale e l'Informazione sull'Attività Economica (CEIDG);
  • registrare l'indirizzo dove l'attività economica sarà condotta;
  • aprire un conto bancario.

Maggiori dettagli, i costi e le procedure per aprire altre forme societarie sono disponibili sul sito dell'Ufficio di Promozione del Commercio e degli Investimenti dell'Ambasciata di Polonia e sul sito del Polish Information and Foreign Investment Agency.

 

Parchi tecnologici ed incubatori d'impresa

(fonte INFORMAGIOVANI)

Sempre più diffusi in Polonia, i parchi tecnologici e gli incubatori di impresa sono aperti a giovani imprenditori sia polacchi che stranieri. Offrono un ambiente adatto e favorevole allo sviluppo d'innovazione tecnologica e alla trasformazione di idee in prodotti/servizi da immettere sul mercato, mettendo a disposizione delle start up incubate infrastrutture, formazione, consulenze, finanziamenti. Per usufruire delle possibilità e delle agevolazioni (come ad esempio l'esenzione dai contributi INPS) previste in queste strutture, è necessario che la start up abbia sede legale in Polonia, indipendentemente dalla nazionalità dell'imprenditore. 


Logo Comites Polonia

 

FAQ
 

Come richiedere il PESEL e quali documenti servono per lavorare il Polonia