Questo sito web utilizza cookie tecnici per assicurare una migliore esperienza di navigazione; oltre ai cookie di natura tecnica sono utilizzati anche cookie di terze parti.

Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie.

Modifica delle condizioni del contratto di lavoro

La modifica delle condizioni del contratto di lavoro richiede la forma scritta e può essere effettuata:
  • con accordo delle parti – il datore di lavoro ed il lavoratore acconsentono alle modifiche del contratto e stabiliscono la data dalla quale le modifiche entrano in vigore,
  • da parte del datore di lavoro attraverso la disdetta delle condizioni di lavoro e della retribuzione.
In questo caso il dipendente potrà:
 
  • dichiarare di accettare le condizioni proposte; con il decorso del periodo della disdetta si applicheranno le nuove condizioni,
  • dichiarare di non accettare le condizioni proposte prima del decorso della meta’ del termine per la disdetta; decorso il termine della disdetta il contratto di lavoro si scioglie,
  • non fare nessuna dichiarazione, cosa che implica un’accettazione tacita delle nuove condizioni; con il decorso del periodo di disdetta entreranno in vigore le nuove condizioni.
 

Scioglimento del contratto di lavoro

Lo scioglimento del contratto di lavoro può avvenire:

 

  • con accordo delle parti,
  • per disdetta di una delle parti con l’osservanza dei termini della disdetta,
  • per disdetta di una delle parti senza l’osservanza dei termini della disdetta,
  • con il decorso del termine per il quale è stato stipulato,
  • con il giorno della fine del lavoro per il quale era stato stipulato.

Scioglimento del contratto di lavoro su accordo delle parti – datore di lavoro e lavoratore esprimono la volontà di sciogliere il contratto di lavoro nel termine concordato.  

Scoglimento del contratto di lavoro con disdetta – Il contratto viene disdetto con dichiarazione scritta dal lavoratore o dal datore di lavoro con l’osservanza del periodo di disdetta.

Il periodo per la disdetta del contratto di lavoro a tempo indeterminato dipende dal periodo di assunzione presso il datore di lavoro. Il periodo della disdetta ammonta rispettivamente a: 

 

  • 2 settimane – se il lavoratore è assunto da meno di 6 mesi
  • 1 mese - se il lavoratore è assunto da almeno 6 mesi
  • 3 mesi – se il lavoratore è assunto da almeno 3 anni.

Per i contratti a tempo determinato con durata superiore ai 6 mesi, le parti possono prevedere per la disdetta un periodo di preavviso di 2 settimane.

Scioglimento del contratto di lavoro senza preavviso – il contratto di lavoro viene sciolto con dichiarazione scritta del lavoratore o dal datore di lavoro senza osservare il periodo della disdetta. Il datore di lavoro può ricorrere a questa forma di scioglimento del contratto per colpa del lavoratore nel caso in cui:

  • ci sia una pesante violazione da parte del lavoratore dei suoi principali doveri,
  • il lavoratore commetta, durante il rapporto di lavoro, reati che rendono impossibile l’ulteriore impiego nella posizione occupata, se il reato è evidente o se è stato accertato con sentenza passata in giudicato,
  • il dipendente, per colpa sua, perde le qualifiche necessarie per eseguire il lavoro nella posizione occupata,

o per cause non imputabili al lavoratore:

  • in caso di inabilità del lavoratore a causa di malattie che durano per un tempo determinato ai sensi delle norme del codice di diritto del lavoro,
  • in caso di assenza giustificata del lavoratore dal lavoro per motivi diversi dalla malattia che durano più di 1 anno.

Il lavoratore puo’ sciogliere il contratto senza preavviso:

  • se con decisione medica viene accertato che il lavoro svolto ha un’influenza dannosa sulla salute del lavoratore e il datore di lavoro non lo stasferisce, nel termine indicato nella decisione medica, ad un altro lavoro adeguato al suo stato di salute e alle sue qualifiche  professionali,
  • quando il datore di lavoro commette una pesante violazione dei principali obblighi verso il lavoratore.

In Polonia vigono anche norme particolari relative allo scioglimento del rapporto di lavoro per cause non attinenti ai lavoratori. Queste norme regolano le modalita per effettuare i licenziamenti di massa e i licenziamenti individuali e riguardano i datori di lavoro che assumono almeno 20 lavoratori.

 

Orario di lavoro

L'orario di lavoro non puo’ superare le 8 ore giornaliere e 40 ore mensile su 5 giorni lavorativi settimanali. Il tempo di lavoro settimanale, comprese le ore di straordinario, non puo’ superare 48 ore. Il lavoro di domenica e nei giorni festivi e’ ammesso nei casi indicati dal codice di diritto del lavoro, ad es. nel lavoro con i turni, nel trasporto e nelle comunicazioni, nell’esecuzione di lavori di utilita’ sociale e legati alle necessita’ quotidiane delle persone. Al lavoratore che lavora la domenica e nei giorni festivi,  il datore di lavoro e’ tenuto ad assicurare un altro giorno libero dal lavoro e garantirgli almeno una volta ogni 4 settimane una domenica libera dal lavoro.  

 

< Pagina 1     < Pagina 2


Logo Comites Polonia