Questo sito web utilizza cookie tecnici per assicurare una migliore esperienza di navigazione; oltre ai cookie di natura tecnica sono utilizzati anche cookie di terze parti.

Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie.

ZES - ZONE ECONOMICHE SPECIALI

Investire in Polonia con condizioni speciali è possibile. La Polonia è un paese di grandi opportunità, soprattutto in questo momento di crisi globale. La sua economia può vantare una forte crescita, tra le più dinamiche in Europa, e nonostante la crisi mondiale la Polonia continua a svilupparsi e la sua economia a rafforzarsi.

Secondo i dati dell’Istituto Nazionale di Statistica (GUS), il PIL polacco nel 2014 è salito del 3,3% rispetto al 2013 ed è una crescita continua che consente di guardare con ottimismo al futuro.

La Polonia è un paese molto interessante per gli investitori, soprattutto grazie alla presenza delle ZES: zone economiche speciali nate dall’unione dei bisogni degli investitori e dai bisogni di alcune regioni in cui esse sono situate. A causa del grande interesse che queste aree speciali hanno riscosso, il governo polacco ha deciso di prolungare il loro funzionamento fino al 2026.

Le ZES sono 14 e sono state istituite con legge del 20/10/1994 e successive modifiche.

Di seguito l’elenco partendo dal nord della Polonia:

  • Słupsk
  • Sopot
  • Suwałki
  • Olsztyn
  • Kostrzyn
  • Legnica
  • Łódź
  • Kamienna Góra
  • Wałbrzych 
  • Starachowice
  • Tarnobrzeg 
  • Katowice
  • Mielec
  • Kraków

Ogni ZES ha un amministrazione separata che viene affidata a società di gestione stabilite nel relativo decreto.

Queste aree non sono abitate ma destinate all’esercizio di attività economiche che possono godere di benefici fiscali e condizioni speciali. Gli imprenditori possono beneficiare di aiuti pubblici se insedieranno le loro attività in queste zone e inoltre avranno il vantaggio di iniziare la negoziazione su un sito apposito.

Le detrazioni previste sono tra il 30% e il 50% del valore dell’investimento.

Per iniziare a fare trading in ZES l’imprenditore deve prima ottenere il permesso dal consiglio di amministrazione della zona a cui è interessato. Una volta ottenuto il permesso, verrà assistito nel processo d’investimento, nel prendere contatto con le autorità locali e con l’amministrazione generale e per questioni relative all’acquisto di terreni per investimenti.

Gli obiettivi delle ZES sono:

  • Creare nuovi posti di lavoro
  • Accelerare lo sviluppo delle regioni polacche
  • Aumentare la competitività di prodotti e servizi
  • Sviluppare industria e infrastrutture 
  • Sviluppare e utilizzare nuove soluzioni tecniche e tecnologiche per l’economia nazionale

In conclusione, grazie alle ZES, gli imprenditori interessati, possono acquistare a prezzi speciali lotti di terreno preparati per gli investimenti, ottenendo anche un supporto nelle formalità legate all’investimento.

I dati dimostrano che alla fine del III trimestre del 2014, grazie agli investimenti nelle ZES, sono stati creati 210 mila posti di lavoro. Il valore complessivo delle spese sostenute dagli investitori ammonta a PLN 99 mld. La superficie complessiva delle ZES in Polonia è pari a 18,2 mila ettari.

Per supportare gli imprenditori, il Ministro dell’Economia si impegna nella diffusione di servizi di amministrazione on-line. A breve sarà avviato lo sportello elettronico di contatto per uno dei progetti realizzati: Sistema di Registrazione e Informazione Centrale degli Imprenditori.

L’obiettivo è quello di supportare gli imprenditori nella fase di creazione e di sviluppo della loro attività con soluzioni facilmente accessibili, tecnologicamente efficaci ma soprattutto utili per rendere più semplice e veloce il lavoro agli imprenditori che decidono di investire in Polonia.

Link di approfondimento:
http://www.rzym.msz.gov.pl/it/cooperazione_bilaterale/privatizzazione/
http://www.paiz.gov.pl/investment_support/sez
https://italy.trade.gov.pl/it/szukaj/zwylke/?pix=1&q=zone+economiche+speciali

FAQ
 

Come richiedere il PESEL e quali documenti servono per lavorare il Polonia