Questo sito web utilizza cookie tecnici per assicurare una migliore esperienza di navigazione; oltre ai cookie di natura tecnica sono utilizzati anche cookie di terze parti.

Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie.

Calendario festività

In Polonia la gran parte delle feste sono di origine cattolica. Di seguito il calendario con una breve descrizione delle feste.

1 gennaio: Capodanno
Giornata libera

6 gennaio: Epifania (Trzech Króli)
Giornata libera
Festa dei Re Magi: per questa festa i cattolici scrivono sulle porte d’ingresso le iniziali dei 3 re in polacco: K + M + B rispettivamente Kacper, Melchior e Baltazar e infine si aggiunge l’anno nuovo es: K + M +B 2017. Non esiste la tradizione dell’Epifania e di portare i dolcetti ai bambini. 

8 marzo: Festa della Donna (Dzień Kobiet)
In Polonia solitamente viene festeggiato anche nelle scuole. Si portano alle donne fiori, pensierini o dolcetti.

1 aprile: Pesce d’aprile (Prima Aprilis)
È tradizione fare gli scherzi.

Domenica delle Palme (Niedziela Palmowa)
Secondo la tradizione nella Domenica delle Palme i fedeli portano in chiesa la Palma Wielkanocna, un mazzo composto da rami di bosso, grano, erba, salice e piccoli fiori secchi intrecciati per la benedizione.

Venerdì Santo (Wielki Piątek) 
In Polonia esiste la tradizione di visitare nelle chiese la tomba di Cristo (ogni chiesa allestisce la propria tomba) e di fare le veglie durante la notte.

Sabato Santo (Wielka Sobota)
Il Sabato Santo si portano in chiesa dei cesti di vimini contenenti il  cibo da benedire: pane, salsiccia, uova sode e uova decorate (pisanki), sale e pepe, che saranno consumati durante la colazione il giorno dopo.

Pasqua (Wielkanoc)
La domenica di Pasqua ci si reca alla messa spesso preceduta dalla processione sulle vie della città / quartiere. Al rientro a casa si consuma una colazione di festa con i cibi tipici e quelli benedetti il giorno prima in chiesa chiamati in polacco święconka.

Lunedì di Pasqua (Lany Poniedziałek / Śmigus Dyngus)
Giornata libera
Il lunedì i bambini spruzzano dell’acqua agli adulti come augurio di buona fortuna.

1 maggio: festa dei lavoratori (Święto Pracy)
Giornata libera

2 maggio: festa della bandiera nazionale (Dzień Flagi Rzeczpospolitej Polskiej)

3 maggio: festa nazionale della costituzione (Święto Konstytucji 3 maja)
Giornata libera
Nei giorni 1, 2 e 3 maggio le vie delle grandi città sono vuote e le mete turistiche della Polonia vengono prese d’assalto.

40 giorni dopo Pasqua: Ascensione di Gesù (Wniebowstąpienie Pańskie)

50 giorni dopo Pasqua: Pentecoste (Zielone Świątki)

60 giorni dopo Pasqua: Corpus Domini (Boże Ciało)
Giornata libera
In Italia viene celebrato sempre di Domenica. In Polonia il giovedì della nona settimana dopo Pasqua si svolgono delle processioni per le strade celebrando il Corpo di Gesù con i bambini vestiti di bianco che gettano i petali dei fiori davanti al prete che porta l’ostia consacrata in ostensorio. 

15 agosto: Assunzione di Maria e Giornata delle Forze Armate Polacche (Wniebowzięcie Maryi Panny i Dzień Wojska Polskiego)
Giornata libera
Festa nazionale e religiosa nello stesso giorno. Migliaia di pellegrini si recano a piedi a Częstochowa, luogo di culto della Madonna Nera.

16 ottobre: festa di Giovanni Paolo II (Dzień Papieża Jana Pawła II)
La giornata fu stabilita nel 2001. In quel giorno nel 1978 l’allora arcivescovo di Cracovia fu scelto come papa.

1 novembre: Festa di Ognissanti (Wszystkich Świętych)
Giornata libera
Nella festa di Ognissanti le tombe vengono pulite e ricoperte di fiori e di candele colorate che illuminano i cimiteri.

11 novembre: Festa nazionale dell’Indipendenza / Armistizio (Narodowe Święto Niepodległości)
Giornata libera
Giorno d’Indipendenza della Polonia in cui si celebra la separazione della nazione dalla Russia, Prussia e Austria.

24 dicembre: vigilia di Natale (Wigilia Bożego Narodzenia)
La sera della vigilia di Natale tutta la famiglia si ritrova a tavola per condividere una cena composta di dodici piatti. Secondo la tradizione il pasto comincia con la divisione del pane azzimo, dopo aver avvistato la prima stella sul firmamento che simbolizza la nascita di Gesù.

25 dicembre: S. Natale (Boże Narodzenie)
Giornata libera

26 dicembre Santo Stefano (Boże Narodzenie, drugi dzień)
Giornata libera
In Polonia non viene chiamata la festa di Santo Stefano ma il secondo giorno del Natale.


Logo Comites Polonia

 

Feste e usanze polacche

La Polonia ha molte altre feste tipiche e pittoresche totalmente nuove per uno straniero. Alcuni eventi si festeggiano in date diverse dall’Italia. 
 
21 gennaio: festa della nonna (Dzień Babci)
In Polonia la festa della nonna si festeggia separatamente da quella del nonno che cade il giorno dopo.
 
22 gennaio: festa del nonno (Dzień Dziadka)
Durante le feste del nonno e della nonna vengono organizzati negli asili nidi e nelle scuole delle recite con piccoli rinfreschi.
 
Ultimi giorni di carnevale (Ostatki / Śledzik)
Gli ultimi giorni tra il giovedì grasso ed il martedì prima del mercoledì delle ceneri sono dedicati ai festeggiamenti prima di entrare nel periodo di Quaresima.
 
Giovedì grasso (Tłusty cwartek) 
L’ultimo giorno prima della Quaresima davanti alle pasticcerie i polacchi fanno la coda per comprare i famosi bomboloni (pączek) farciti con marmellata di rose il cui profumo si diffonde per le strade. Quel giorno si chiama giovedì grasso e corrisponde al martedì grasso ed è apprezzato da tutti i golosi.
 
21 marzo: Pimo giorno di primavera (Dzień Wiosny)
Solitamente quel giorno i studenti marinano la scuola celebrando l’arrivo della primavera.
In questa data si tiene “Topienie Marzanny”: secondo la tradizione la primavera arriva più velocemente se si getta nel lago o fiume o stagno più vicino una bambola di paglia che rappresenta la dea Marzanna, simbolo dell’inverno, del freddo, della morte, del male e della malattia. Il 21 marzo le prime ore della primavera i bambini si vestono con abbigliamento bizzarro, si truccano e passeggiano per le strade.
 
26 maggio: Festa della mamma (Dzień Matki)
 
1 giugno: Festa del bambino (Dzień Dziecka)
La giornata viene organizzata a misura di bambino. A scuola normalmente non si svolgono le lezioni ma si organizzano giochi, olimpiadi, uscite allo Zoo, al parco divertimenti, ecc.
 
23 giugno: Festa del papà (Dzień Ojca)
 
24 giugno: Notte di San Giovanni (Pierwszy Dzień Lata)
Durante la notte più breve dell’anno la felce fiorisce. Di solito si organizzano tra amici le feste nei prati dove si canta, si balla e si va alla ricerca del fiore della felce. E’ la notte dell’amore.
 
30 settembre: Festa del ragazzo (Dzień chłopaka)
La festa che corrisponde alla festa della donna. Festeggiata specialmente tra gli adolescenti.
 
29 novembre: vigilia della festa di Sant’Andrea (Andrzejki)
Ritenuta una notte magica durante la quale con i riti divinatori si può scoprire il nome / caratteristiche del futuro sposo / sposa. Generalmente è la festa dei single e dei ragazzi.
 
6 dicembre: Festa di San Nicola (Mikołajki)
In Polonia non si festeggia Santa Lucia. In cambio San Nicola porta piccoli regali ai bambini in quanto il Babbo Natale in polacco si chiama proprio Święty Mikołaj.